Dritte utili se siete genitori di un adolescente

img_0764

Vogliamo condividere con voi le dritte di Dima Zitser- Dottore di pedagogia, Direttore dell’Istituto di Istruzione informale INO. Nei suoi articoli Dima parla delle difficoltà in età adolescente, dei timori dei genitori e spiega come mantenere un rapporto di fiducia con i figli.

Il suo approccio è molto contemporaneo e permette di guardare le solite cose da un altro punto di vista.

Consiglio N 1
Occupatevi di voi stessi. Se fino a questo momento non avete avuto un’esperienza personale di presa di coscienza, è il momento di iniziare. Trovate qualcosa che vi piace. Altrimenti, cercherete continuamente qualcosa che non va in vostro figlio.

Consiglio N 2
Respirate. Quando parlate con una persona che sta vivendo una rivoluzione dentro di se (in questo caso – la rivoluzione è collegata al periodo di adolescenza), inspirate fisicamente sempre all’inizio di una conversazione. Questo non è un modo di dire. Fate un respiro profondo – e via. Sempre, sempre, anche se state parlando di un argomento piacevole.

Consiglio N 3
Accettateli cosi come sono. É facile da dire, ma di cosa si tratta e come si fa ad accettare? Ricordate a voi stessi che vicino c’è una persona che amate e che sta male, sì male, anche se sembra che stia bene. Ricordate la fiaba di Hans Christian Andersen “La Sirenetta”, quanto male le faceva camminare? Un adolescente vive più o meno in questo modo: sente tutto in modo più intenso rispetto a noi – sia quando sta bene, sia quando sta male.

Consiglio N 4
Lasciatevi pilotare dal vostro figlio. Do questo consiglio con cautela, ma con tutto il cuore. Se, per esempio, un adolescente all’età di 15 anni torna a casa e dice: “Voglio un gelato”, significa che crede che voi il gelato glielo date è che voi siete un suo socio.
Nonostante abbia raggiunto l’età in cui può prendere quello che vuole da solo. Ricordate questo, ammirate il fatto che il vostro rapporto è cosi, e “dategli il gelato.”

Consiglio N 5
Ricordate a voi stessi che vostro foglio è una persona che amate tantissimo. Sta provando i modi diversi a interagire con la realtà. E se lui è a letto a fissare il soffitto, non significa che fa il pigrone. In questo momento sta facendo un enorme lavoro mentale. Come ognuno di noi lui ha il diritto di stare sdraiato e a pensare.
A pensarci bene, quando ci innamoriamo, diventa incredibilmente importante cosa piace e cosa non piace alla persona che amiamo, cosa mangia, quali film guarda. E se si è distesa sul letto a fissare il soffitto, sembra che questa persona abbia il modo migliore al mondo di stare sdraiato sul letto e fissare il soffitto
Quindi, vi auguro lo stesso atteggiamento verso vostro figlio – un romanzo vertiginoso.

Consiglio N 6
Parlate di voi stessi. Anche se sembra che vostro figlio non è interessato. Come è andata la vostra giornata, cosa siete riusciti a fare, cosa no, di che cosa avete paura. Questa è la vostra occasione per comunicare, ora e in futuro. Con gli adolescenti non funzionano le domande tipo: “Cosa è andata a scuola? Come è stata la tua giornata? “L’ha già detto a chi voleva, come è andata la sua giornata. Tutto quello che potete fare è dirgli come è andata la vostra. E allora è possibile che vi racconterà di se stesso. O, almeno, saprà che se vuole condividere, ha un orecchio pronto ad ascoltare.

Consiglio N7
Ricordate che ha un sacco di nuovi interessi. E sarà una grande fortuna, se vi permetterà di fare parte di questi nuovi interessi. Non ha senso tirarlo verso quelli vecchi. È tardi. Se siete un pescatore dilettante, e fino a 11 anni, lui non ha “abboccato” e condiviso questa vostra passione per la pesca, c’è poca probabilità che amerà questa attività.
Se al posto di pesca inizierà a lanciare il giavellotto, potete provare a farlo con lui.
Ricordate che accanto a voi c’è una persona solida, organica e indipendente, e potete conoscere questa persona di nuovo.

Il consiglio più importante
Create una retrovia per vostro figlio. Ogni persona ne ha bisogno. Soprattutto in adolescenza. La linea avanzata ce l’ha già. Lasciate che la casa sia un rifugio per lui – dove può essere debole, restare in silenzio quando vuole e semplicemente rilassarsi.
In realtà tutto è molto semplice: ci allontaniamo da quelle persone con le quali stiamo male. E vogliamo essere vicino a quelle con le quali stiamo bene.

L’adolescenza è un periodo difficile. È il periodo di unità con le persone vicine, non è una guerra come di solito tutti pensano. E anche i genitori più bravi spesso confondono il primo con il secondo e rischiano di rovinare il rapporto con i propri figli…a lungo poi.

Non è mai tardi iniziare. Se avete perso il legame e la fiducia tornate a quello di cui ho parlato sopra.

E…buona avventura di adolescenza.

Il link del articolo originale https://snob.ru/profile/29563/blog/110379

Vi potrebbe anche interessare:

https://educationland.net/2016/04/15/i-vostri-figli-hanno-bisogno-di-voi/#more-158

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...